martedì 30 giugno 2009

True Blood - Season 2



E' finalmente ricominciato True Blood, esattamente dove finiva l'ultimo episodio della prima serie. C'è da dire che inizia col botto, primi due episodi molto belli, che imbastiscono trama e sottotrame e che riserveranno molte sorprese, anche con l'introduzione di nuovi personaggi che delineano una mitologia ben costruita e affascinante.

Anna Paquin (Sookie) mostra le tette (e altro) e tanto basta;
Stephen Moyer (Bill) ha sempre la faccia da tonno ma almeno tira fuori più spesso le zanne;
Ryan Kwanten (Jason) è un ragazzone un po' tonto ma le sottotrame che lo riguardano sono divertenti ed interessanti;
Sam Trammell (Sam) continua a trasformarsi in cucciolo, e offre scorci del suo passato;
Alexander Skarsgård (Eric) è un vampiro ossigenato alto due metri molto molto cazzuto che non si fa pregare per squartare un povero cristo;
Rutina Wesley (Tara) rompe un po' con la storia di lei e della madre ex-alcolizzata ma prevedo complicazioni;
Nelsan Ellis (Lafayette ) è un grande che chissà che fine farà;
La Louisiana rapresentata è inedita su piccolo schermo: umida, appiccicosa, misteriosa;

... ma soprattutto i vampiri della serie - anche quando sono gay-friendly alla Anne Rice - non sbrilluccicano al sole come i toppini glitterati di un'adolescente.

Il secondo episodio della seconda serie è stato girato da Michael Lehmann (regista di Schegge di follia).

Continuo ad adorare questa sigla (per me potrebbe stare tranquillamente in un'esposizione di video-arte):

Domani è un altro giorno (schifoso)



Francesco guidava veloce la sua Panda bianca modificata. Modificata perchè cadeva a pezzi e ormai di originale in quella macchina c’erano rimasti solo alcuni bulloni del motore che povero lui arrancava facendo “cof cof lasciami morire in pace ti prego”. Aveva appena finito di lavorare, uno schifosissimo lavoro come aiuto lattaio

cioè in pratica il suo collega/boss guidava il furgoncino mentre lui scendeva per scaricare casse di latte agli alimentari

un lavoro appagante, che gli permetteva di incontrare tante belle gnocche

come la cinquantenne polacca obesa sudata e tinta che gli dava una pizzetta rossa ogni volta che lo vedeva e gli diceva che se voleva poteva portarla fuori a cena ahahah

ottimi guadagni

i trenta centesimi di mancia che a volte alcuni clienti sganciavano li avrebbe usati come anticipo sul mutuo; tò, oggi è giorno di paga, fa il capo, ti vanno bene 300 euro? Certo capo, mi sono solo svegliato alle 3.40 tutti i santi giorni per un mese e ho lavorato fino alle 15 scassandomi la schiena, facendomi venire l’insonnia quando cerco di dormire di giorno, sballando completamente il mio bioritmo naturale, certo che vanno bene 300 euro e grazie infinite capo lei è un santo

e soprattutto un lavoro che prometteva una carriera luminosa davanti a te come i neon di una Las Vegas di Provincia

...se ci sai fare e impari bene il mestiere (?), dice il capo, tra qualche anno di prendi tu un furgone tutto tuo e inizi per conto tuo a portare il latte agli alimentari. Poi magari ti puoi ingrandire, potresti passare al pane, ai latticini, che questo lavoro serve sempre, tranquillo che noi non ci moriamo mai di fame

Sono le 15.35 e Francesco sta sul Raccordo. Fa un caldo infernale, l’aria condizionata ahah è il finestrino aperto per metà perchè è rotto, suda come un maiale e in tasca sente il peso di tutti quei soldi, i 300 euro guadagno di un mese di lavoro che se fa due conti vede che una metà se ne è andata in benzina per la macchina che porca puzzola infame stà macchina succhia come una disperata.
Poi Francesco pensa al domani. Ed è proprio vero, “domani è un altro giorno”. Peccato che è un altro giorno schifoso, sveglia all’alba, carica, scarica casse di latte, sorridi alla polacca cicciona per una pizza mezza acida del giorno prima, chiacchiera col boss che si atteggia a grande imprenditore e dà consigli tipo “se vuoi conquistare una donna trattala male”, e Francesco pensa che la prima moglie del boss è scappata con un rappresentante di enciclopedie sugli animali e la sua attuale compagna è un incrocio tra un Ewok quei cosi pelosi di Star Wars e un chiuaua triste ma il più triste che abbiate mai visto, che stà povera donna non parla neanche l’italiano perchè viene da un paesino sperduto della Romania e si parlano a gesti e grugniti.
E insomma Francesco pensa a tutto questo, pensa che a casa sua, in pratica un armadio con cesso annesso, non c’è nessuno che lo aspetta, e si vede a 30 anni come in uno specchio fare una finaccia e triste come la moglie del capo. Allora inchioda e vede un'uscita autostradale, la imbocca a tutta velocità e si dà.
I 300 schifossissimi euri li avrebbe spesi tutti in benzina, e finchè la macchina va...

sabato 27 giugno 2009

Tornano i Maestri del noir



Tornano, come la scorsa estate, i Maestri del Noir, in edicola con Repubblica o L’espresso: da Ammaniti a Camilleri, da Scerbanenco a De Cataldo, da Carofiglio a Lucarelli, da Augias a Macchiavelli: è la nuova collana di Noir italiano, una raccolta carica di suspense, di colpi di scena, di storie incredibili. Dieci romanzi per rivivere il successo dello scorso anno, a partire da martedì 23 giugno, in edicola a 7,90 euro in più rispetto al prezzo dei giornali.

Questo il piano dell'opera:

AUTORI TITOLI EDICOLA
N. Ammaniti Come Dio comanda mar 23/giu
A. Camilleri Il campo del vasaio mar 30/giu
C. Lucarelli L'ottava vibrazione mar 07/lug
C. Augias Il fazzoletto azzurro mar 14/lug
G. De Cataldo Onora il padre mar 21/lug
G. Scerbanenco Traditori di tutti mar 28/lug
G. Carofiglio Ad occhi chiusi mar 04/ago
M. Oggero Qualcosa da tenere per sé mar 11/ago
L. Macchiavelli Sarti Antonio. Di nero si muore mar 18/ago
V. Varesi La casa del comandante mar 25/ago

venerdì 26 giugno 2009

Making of Ragazza Preferita - Federica Giordani



Ragazza Preferita Giugno 2009: Federica Giordani.
Qui le foto.

mercoledì 24 giugno 2009

"Le notti ritrovate"... con Jack Ketchum



L'Associazione Culturale "Per caso sulla piazzetta" comunica che è disponibile il nuovo Regolamento per partecipare alla settima edizione del Premio Le Notti Ritrovate.

Anche quest'anno importantissime novità e premi.
Lo scrittore americano Jack Ketchum sarà ospite della manifestazione e durante la sua permanenza presenterà i suoi ultimi lavori letterari tradotti in italiano e pubblicati da Mondolibri: Red e da Gargoyle Books: La ragazza della porta accanto.

Le sezioni che saranno in gara per il Premio Le Notti Ritrovate sono due: Cinema e Libro edito. La Direzione Artistica della manifestazione ha voluto destinare uno spazio d'onore alla sezione Cinema per le opere letterarie in riduzione cinematografica. Pertanto il tema della manifestazione sarà appunto: I viaggi della letteratura nel cinema.

Per quanto riguarda la collettiva di pittura quest'anno le opere verranno selezionate durante i salotti culturali "Aspettando Le Notti Ritrovate" che si terranno presso lo Zenit Club. Parteciperanno alla manifestazione le opere artistiche ispirate e tratte da libri in commercio per i quali siano state realizzate le riduzioni cinematografiche. Restano invariate le modalità di partecipazione per le sezioni dedicate all'artigianato. Si potranno esporre le opere o i manufatti senza tener conto del tema stabilito.

Durante la manifestazione sarà realizzato un convegno cui parteciperanno alcuni dei più importanti produttori cinematografici internazionali. Uno spazio espositivo verrà dedicato a un editore ospite che avrà la possibilità di esporre e vendere i propri libri. Un'occasione da non perdere per chi è alla ricerca di editore. Le opere da promuovere all'editore saranno valutate dall'Agenzia Letteraria A.L.E.M.

"Per caso sulla piazzetta" ha deciso di donare i libri pervenuti a Le Notti Ritrovate per l'istituzione di nuove biblioteche in aree non metropolitane. Gli interessati possono farne richiesta scrivendo all'Associazione.

Puttanopoli

martedì 23 giugno 2009

In chat con Valentina Lodovini



L’attrice Valentina Lodovini, giovane promessa del cinema italiano, protagonista di film quali La giusta distanza, Il passato è una terra straniera e Fortàpasc, incontrerà on line i frequentatori di Internet per rispondere alle loro domande e curiosità sul mestiere dell’attore venerdì 26 giugno, alle 17.30, all’indirizzo http://scriveredicinema.mymovies.it/workshop/, nell’ambito del ciclo di “chat” con i professionisti del cinema organizzate in occasione dell’ultimo mese utile per partecipare al concorso “Scrivere di Cinema – Premio Alberto Farassino”.

Le MYmovies CHATS sono dei veri e propri workshop on line; per prenotare la propria partecipazione al workshop con Valentina Lodovini basta iscriversi al club di Scrivere di cinema cliccando su http://scriveredicinema.mymovies.it/workshop/.

L’ultimo appuntamento con le “chat” legate al concorso “Scrivere di cinema” è in programma martedì 30 giugno alle 17.30: si affronterà il tema delle colonne sonore, grazie alla chat con il musicista Theo Teardo, compositore delle musiche di film quali Il divo e Il passato è una terra straniera. Gli amanti del cinema potranno interagire virtualmente anche con Cristiano Travaglioli, montatore de Il divo.

Il concorso di critica cinematografica “Scrivere di cinema- Premio Alberto Farassino”, rivolto a giovani under 28 di tutta Italia, è promosso da Cinemazero, pordenonelegge.it e il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani, in collaborazione con MYmovies. Fino al prossimo 30 giugno sarà possibile presentare, direttamente on line all’indirizzo http://scriveredicinema.mymovies.it, la recensione di un film a scelta uscito nelle sale cinematografiche italiane nel periodo compreso tra il 1° luglio 2008 e il 30 giugno 2009.

Info: http://scriveredicinema.mymovies.it; scriveredicinema@cinemazero.it; www.pordenonelegge.it

lunedì 22 giugno 2009

Una notte da Leoni



Ecco il classico film che - esperienza diretta insegna - le ragazze non capiscono e quasi schifano mentre innesca nei maschi caciaroni/perennemente arrapati/bambinoni troppo cresciuti una immedesimazione diretta che porta ad adorare personaggi, situazioni, dialoghi... insomma, ad amare incondizionatamente il film.
In parole povere, io l'ho adorato.

Quattro amici vanno a Las Vegas per l'addio al celibato di uno di loro. La mattina dopo, non ricordano nulla della notte appena trascorsa, trovano una tigre in bagno, una gallina che gira per la stanza d'albergo distrutta, un bambino nell'armadio, ad uno di loro manca un dente, si ritrovano con una macchina della polizia in garage, ma, soprattutto, il futuro sposo non si trova. Partirà la caccia allo sposo e ai ricordi perduti della notte.

Il film è stato un grande successo in America (ha incassato 50 milioni in appena 3 giorni) e anche da noi se l'è cavata egregiamente. Il segreto è, appunto, una storia folle e divertentissima che innesca l'immedesimazione maschile più viscerale e animalesca; un cast affiatato (spicca sempre Bradley Cooper perfetto in ruoli di questo tipo che da Alias in poi sta crescendo molto come attore, ma gli ruba la scena il folle e barbuto Zach Galifianakis, una specie di Rain Man allergico alle mutande), tempi comici perfetti e un ritmo narrativo che non lascia respirare tra battute fulminanti, gag a ripetizione, colpi di scena e personaggi sopra le righe (il cinese, Mike Tyson, la fidanzata rompiballe del dentista...). E chi se l'immaginava un film del genere dal regista Todd Phillips. Una sorpresa.

Non perdete i titoli di coda.

giovedì 18 giugno 2009

I love Radio Rock



E' il 1966 – il periodo più straordinario per il pop britannico – e la BBC trasmetteva solo 2 ore di rock and roll alla settimana. Ma una radio privata, Radio Rock, trasmetteva musica rock e pop, da una nave al largo della Gran Bretagna, 24 ore al giorno. E 25 milioni di persone ascoltava questi pirati ogni giorno.
Dopo essere stato espulso da scuola, Carl viene spedito dalla sua ricca madre presso il suo padrino Quentin, con la speranza che capisca ciò che vuole fare nella vita. Ma Quentin è il capo di Radio Rock, il boss di un gruppo di folli Dj che vivono un periodo straordinario delle loro vite.

Adoro i film intelligentemente e simpaticamente ruffiani. Quelli che sanno bene cosa vuole lo spettatore, quelli che sono consapevoli dei punti di forza della pellicola e te la sbattono in faccia senza pudore.
I love Radio Rock è così: ruffiano, adorabile, divertente. Nel raccontare la storia della realmente esistita Radio Carolina, il regista Richard Curtis usa tutti i clichè di un film di questo tipo, ambientato in quell'epoca fantastica. Dunque grande musica ad invadere ogni minuto della pellicola (e che musica: Who, Cream, David Bowie, Procol Harum, Kinks, Otis Redding...); personaggi e situazioni bizzarri e stralunati; interpretazioni eccellenti di Philip Seymour Hoffman, Bill Nighy, Kenneth Branagh, Nick Frost, e poi ovviamente a corollario della musica, sesso e droga (più parlati che esibiti).
Il risultato è un film divertente e leggerino, che riesce a raggiungere il suo scopo: far muovere sulla poltroncina del cinema dall'inizio alla fine e stamparti sul volto un sorriso ebete e nostalgico.

Esci dal cinema e ti viene voglia di spolverare tutti i tuoi vinili, metterli sul piatto e alzare il volume a palla.

A margine: ma quanto starei bene vestito anni '70?

mercoledì 17 giugno 2009

Buon compleanno Maryl Streep!



Un augurio speciale ad una donna davvero speciale. Nessuna attrice ha mai ottenuto tante nomination al Premio Oscar, ben 15 vincendone 2, spaziando con disinvoltura, in una carriera da oltre 60 pellicole, dal melodramma alla commedia, sempre con quella stessa, inconfondibile eleganza. Il 22 giugno Maryl Streep compie 60 anni ed MGM Channel (Sky – Canale 320) invita gli spettatori a festeggiarla con due suoi film da riscoprire: La donna del tenente Francese e Una lama nel buio.

L’appuntamento è per martedì 23 a partire dalle 21.00.

L’amore contrastato è il protagonista del dramma in costume La donna del tenente Francese, tratto dall’omonimo romanzo di John Fowles, con la coppia Streep e Jeremy Irons, che intreccia le vicende parallele dei protagonisti ottocenteschi della storia e gli attori che ne interpretano il film.
Atmosfere hitchcockiane e mistery avvolgono, invece, Una lama nel buio con Jessica Tandy e Roy Scheider, un’intricato giallo psicologico in cui la Streep è accusata di aver ucciso l’ex amante.

martedì 16 giugno 2009

Shutter Island



Martin Scorsese porta al cinema Dennis Lehane, dai cui libri sono stati già tratti Mystic river e Gone Baby Gone (un capolavoro e un gran bel lavoro). Shutter Island è tratto da L'isola dela paura, da molti considerato un romanzo minore, invece a mio parere molto ben congegnato e evocativo, pur distaccandosi dai suoi soliti argomenti e abbandonando le avventure dei suoi detective Patrick Kenzie ed Angela Gennaro.
E Martin Scorsese sembra aver fato un ottimo lavoro. Nel cast Leonardo Dicaprio, Michelle Williams, Mark Ruffalo, Ben Kingsley e Max Von Sidow.
Aspettative alle stelle.

lunedì 15 giugno 2009

"Io leggo!" quarta edizione



“Io Leggo!” torna a Villa Gordiani per la IV edizione, dal 26 Giugno al 5 Luglio, nell'ambito dell'Estate Romana. L'iniziativa vuole favorire l'incontro tra il pubblico e il mondo della piccola e media editoria.

La manifestazione prevede l'allestimento di un villaggio composto da una grande libreria, dalle associazioni culturali che operano nel VI Municipio, e da spazi pubblici attrezzati dedicati agli incontri e alle presentazioni di libri e autori, veri protagonisti della manifestazione.
“Io leggo!” si conferma come l'occasione giusta per avvicinare la “periferia” alla lettura e come un momento centrale nell’estate romana capace di rivolgersi a un pubblico ampio ed eterogeneo per età e interessi culturali.
Grazie alla posizione di Villa dei Gordiani (popolatissima periferia est romana tra Centocelle e il Pigneto) e al richiamo cittadino che si è guadagnata nelle precedenti edizioni, Io Leggo! offre anche per il IV anno una programmazione ricca di eventi.
La contaminazione tra la letteratura e le altre arti performative determina cosi’, come sempre, il temperamento della manifestazione.

Le tre serate di musica, vedono un comune denominatore nei suoni delle tradizioni popolari: dei Balcani (Balkan Summer Night @ Io Leggo: NeMa PrObLeMa! Orchestar TuRBobalcaNkle ZmErjaZZ); del Salento con il ritorno nella capitale di CICILEU, Festival itinerante Lecce-Milano-Roma (CICILEU@IOLEGGO! Culture, suoni e danze dal salento. In concerto ALLA BUA + SENZATERRA); della Sardegna, in quest’ultimo caso con una particolare formula evolutiva che vede protagonista la cultura hip hop (DJ GRUFF, il dj più rappresentativo del panorama italiano incontra i MENHIR, il suono e il colore dell’hip hop nuorese).

Una serata di cinema proposta e curata dal Tekfestival, con la selezione del programma della sua ottava ed ultima edizione che è stata ospitata nel Nuovo Cinema L’Aquila al Pigneto a maggio.

E sei serate di teatro firmate Padiglione Ludwig, con il Festival teatrale del Pigneto, forte degli ottimi riscontri della precedente edizione, che ritorna a Villa Gordiani per il secondo anno consecutivo.

Ogni giorno a partire dalle ore 19.00, spetta al PONENTINO TRIO (storia, cultura, tradizione, parole e parolacce della Roma di ieri, di oggi e di… domani, con un repertorio basato sulle poesie dei poeti romani della tradizione e dei nostri contemporanei) il compito di introdurci il programma quotidiano delle presentazioni degli editori e lo fa proponendoci un originale aperitivo-lettura del programma.

Le dieci giornate di Io leggo! iniziano nel tardo pomeriggio e continuano fino a notte fonda per offrire negli spazi allestiti del Palco Pasolini e del Palco Calvino incontri con gli autori, con gli editori, performance e reading. Il villaggio si anima a partire dalle ore 17.30 con le attività di laboratorio dedicate ai bambini per le fasce d’età che vanno dai 3 agli 8 anni.

Orario di apertura: tutti i giorni dalle 17:30 alle 01.00
Dalle ore 20.00 sarà in funzione un grande spazio ristorazione.
Ingresso gratuito.
Info su: www.ioleggo.info

domenica 14 giugno 2009

Nasce Close Up Tv



Lunedì 6 luglio 2009, alle 17:30, sul canale MUSIC BOX (canale 703 di Sky) andrà in onda la prima puntata della CLOSE UP TV. Si tratta del primo programma televisivo italiano incentrato sul cinema nato da una web tv che segue le positive esperienze della tv in streaming realizzate in numerosi festival internazionali, ultima in ordine di tempo la Festa del Cinema di Roma.


La CLOSE UP TV è formata da una decina di giovani critici di cinema provenienti dall'esperienza della critica di Close Up Online, la rivista di cinema fondata e diretta dal prof. Giovanni Spagnoletti.
Il programma avrà cadenza quotidiana, dal lunedì al venerdì con 5 minuti quotidiani in replica tre volte al giorno. Le puntate saranno visibili in streaming anche in una rubrica dedicata sul sito di www.close-up.it
Il programma prevede un panorama a 360 gradi sul cinema, uno stile che unisce ironia a cinefilia, con anteprime dei film in uscita e interviste a registi e cast; interviste esclusive ai divi dai Red Carpet; resoconti settimanali dai festival italiani e internazionali; i "Top&Flop" della settimana – un occhio critico/ludico ai dati del box office; la rubrica “Tutti a casa”, dedicata a libri di cinema e dvd, il tagliente spazio critico del "Punto Zac". Ma molto altro offre la Close Up TV!

venerdì 12 giugno 2009

Psicovip, il supereroe in analisi



Dal 13 giugno, ogni sabato e domenica alle 10:25, Rai Due trasmette la serie animata 3D diretta da Bruno Bozzetto, Psicovip. 26 episodi da 4 minuti ciascuno che riprendono i personaggi protagonisti dello storico lungometraggio del 1968, Vip mio fratello superuomo.
Come già nel film, Minivip e Supervip sono due super fratelli molto diversi tra loro: tanto gracile e intelligente il primo, quanto forte e ingenuo l'altro. Per questo suo complesso d'inferiorità nei riguardi del fratello, Minivip, il super-uomo più debole dell'universo, è finito in analisi presso il Dottor Doc, lo strizzacervelli più incapace e disonesto del mondo. In queste umoristiche sedute Minivip racconta i sogni, le avventure e gli incubi che lo perseguitano e che rivelano i timori e le paure che quotidianamente lo accompagnano, delineando situazioni assurde ed umoristiche.

giovedì 11 giugno 2009

Vuoi pubblicare un thriller? Devi essere un comico...



...meglio ancora se ex-comico.

Zeitgeist di Francesco Salvi ("Questa macchina qua devi mettere lààààààà...", "...facciamo tutti dei versi... siamo una grande tribù...", residui nella mia mente malata dei grandiosi anni '80), appena uscito per Rizzoli al modico prezzo di € 21,00.

Questa la trama da Ibs:

Il protagonista di questo libro è un attore molto popolare. Mel Gibson sta per girare il kolossal "The Passion" in Italia e quando vede una sua foto, folgorato dall'espressione massiccia e dalla mascella squadrata, lo sceglie per il ruolo del centurione romano che incalza Gesù Cristo sulla Via Crucis. Una grande occasione per rilanciare una carriera che sta segnando il passo. Ma il suo sogno più vivo è una donna ungherese dallo strano nome di Enikö, campionessa di pattinaggio con occhi chiarissimi e un corpo da favola. Ogni volta che le chiede di impegnarsi lei risponde "vera amicizia è più difficile che amore". È solo nella speranza di incontrarla e fare pace dopo l'ennesimo litigio, che accetta l'invito alla festa vip del teatro Sistina, consegnandosi ai paparazzi e alle trasmissioni di gossip estremo. Ma al party lei non si presenta; c'è invece il regista Ed Tremamondo, che tutti credono Budapest per lavoro. È totalmente inaffidabile ma facendo leva sull'amicizia di vecchia data lo convince a partire, lontano da Enikö e da Mel Gibson, per le riprese di un film che non decollerà mai. Non sa di essere caduto nella trappola invisibile di due vecchi consumati dall'odio reciproco: un sedicente conte con un diabolico passato da SS e un ex agente della CIA in cerca di vendetta, che lo costringeranno a condividere ogni genere, di orrore.


Dopo aver letto Io uccido di Faletti mica lo so se ho il fegato di imbarcarmi nella lettura di un thriller di un altro ex-comico...

mercoledì 10 giugno 2009

martedì 9 giugno 2009

"Copia Conforme", nuovo film per Kiarostami

Sono partite ieri le riprese di Copia Conforme, il nuovo film di Abbas Kiarostami, con location a Cortona, Arezzo e Lucignano.

Primo lungometraggio che Abbas Kiarostami gira fuori dall’Iran, il film presenta una coppia inedita d’attori: la star francese Juliette Binoche e il baritono inglese William Shimell che debutta al cinema dopo una prestigiosa carriera teatrale (dal Rigoletto a Don Giovanni a Così fan tutte, ha cantato con le più grandi voci dell’opera).

Copia Conforme sigla anche i dieci anni di collaborazione tra il grande regista iraniano e il produttore francese Marin Karmitz, iniziata con Il vento ci porterà via nel 1999 (Gran Premio Speciale della Giuria al Festival di Venezia).

Il film è una produzione MK2 in coproduzione con l’italiana Bìbì e France 3 Cinéma, e con il sostegno di Canal Plus, CNC e della Film Commission Toscana. Direttore della fotografia è l’italiano Luca Bigazzi.

La trama: lo scrittore inglese James, in occasione dell’uscita in Italia del suo ultimo libro, tiene una conferenza sulla stretta relazione tra l’originale e la copia nell’arte. Conosce una giovane gallerista d’origine francese, con la quale passa qualche ora per le stradine di un piccolo paese del sud della Toscana. Quando la donna per divertimento lo spaccia per suo marito, un uomo spesso assente, lo scrittore si presta al gioco. Un gioco che però si rivela pericoloso, nel quale diventa difficile discernere il vero dal falso...

Come distinguere l’originale dalla copia, la realtà dalla finzione?

lunedì 8 giugno 2009

A Liliana Cavani il Ciak d'oro alla carriera



Per l'annuale appuntamento con i Premi assegnati dal mensile di cinema edito da Mondadori e diretto da Piera Detassis, a Liliana Cavani viene attribuito il Ciak d'oro alla carriera per il complesso dell'opera. Il prestigioso riconoscimento le verrà consegnato giovedì 11 giugno a Roma insieme a quelli dei vincitori per le varie categorie in competizione.

Liliana Cavani è reputata nel mondo uno dei maggiori cineasti italiani. Dopo l'esordio cinematografico a Venezia 1966 con il Francesco d'Assisi interpretato da Lou Castel, negli anni Cavani ha alternato film legati alla società contemporanea come I Cannibali ad altri ispirati alla storia come Galileo (appena restaurato a 40 anni dalla sua anteprima al Lido veneziano). Sempre esaltata dalla critica per lo stile personale ed il rigore intellettuale, ha affrontato l'analisi dell'ambiente psichiatrico in L'ospite ed il misticismo in Milarepa, il nazismo nella seduzione erotica dell'incomparabile Portiere di notte, i sentimenti umani in Al di là del bene e del male e il tema della guerra ne La pelle. Nel 1989 riprende la storia di San Francesco con un sorprendente Mickey Rourke nel ruolo di protagonista.

In anni recenti, la regista emiliana, oltre a dirigere opere liriche nei maggiori teatri nazionali ed esteri, ha firmato al cinema Il gioco di Ripley e per la televisione Alcide De Gasperi e poi Einstein.

venerdì 5 giugno 2009

Project Nadal



Ha il nome di un film di fantascienza... ma è la realtà, o almeno, sarà presto una realtà. In questo caso tecnologia applicata ai videogames, ma le possibilità sono infinite, nel campo lavorativo, così come nel campo medico, aerospaziale, didattico...

Comunqua sarà la volta buona che ricomincio a videogiocare...

giovedì 4 giugno 2009

Ciao David



...ma quanto eri figo in Kung fu e Kill Bill?

mercoledì 3 giugno 2009

Fessbuc





Lanciata come "la prima sitcom su Facebook", Fessbuc è una web-series molto divertente realizzata da Davide Crestani. Molto televisiva nell'impianto - infatti starebbe bene a fianco di Camera cafè - ben recitata e sceneggiata, con personaggi simpatici e alcune battute veramente azzeccate.
Occhio - anzi, orecchio, alla canzone finale...